gatti

Quando vaccinare i propri gatti?

La prevenzione delle malattie, sia per gli uomini che per gli animali, occupa un posto importante. Quando decidi di prenderti cura di un animale, da padrone devi sapere di avere delle responsabilità, perciò dovrai essere informato di numerose cose. Primo fra tutti: le vaccinazioni. È importante avere un calendario vaccinale chiaro, essere costante e prudente e aver cura che il tuo gatto riceva le vaccinazioni necessarie nei tempi e nelle modalità corretti sin dalle prime settimane di vita. I gatti, per esempio, possono sviluppare gravi patologie, da cui possono derivare conseguenze serie e, nei casi peggiori, persino la morte. Queste, se non trattate o curate possono portare seri danni anche agli individui che lo circondano (donne incinte, neonati, ecc…).

In questo articolo abbiamo raccolto le domane più gettonate sul web con l‘intento di dare una risposta, seppur breve, molto coincisa e precisa.

Quando fare la prima vaccinazione al gattino?

Partiamo dal presupposto che le vaccinazioni del gatto devono essere eseguite soltanto da un medico veterinario che le trascriverà su un libretto personale del gatto, tipo il libretto sanitario per le persone.

Le vaccinazioni prevedono delle iniezioni di agenti patogeni inibiti, quindi, che non sono capaci di sviluppare la malattia. Questo servirà per andare ad attivare gli anticorpi dell’animale che impediranno al gatto di essere infettato. 

La prima vaccinazione al gattino viene eseguita solitamente tra i 2 e i 3 mesi di vita. A seconda del tipo di vaccinazione, a questa si aggiunge un richiamo dopo 2-4 settimane dalla prima iniezione. Dopo questi seguono le vaccinazioni annuali.

I vaccini sono uguali per tutti i gatti?

Chiaramente no. I tipi di vaccini che vengono somministrati variano molto da gatto in gatto. È il medico veterinario, dopo una prima valutazione, a decidere quali siano da consigliare. Lo farà tenendo in considerazione l’ambiente in cui vivrà il gatto, le abitudini, l’area geografica e tanti altri fattori. Ad esempio valuterà se il gatto vivrà in un appartamento, all’interno o all’esterno della casa.

Come abbiamo già detto, una volta che il gatto dimostra di reagire bene alla prima somministrazione, allora si aprirà il libretto delle vaccinazioni. Che cos’è? Si tratta di un semplice libretto sanitario in cui vengono annotate volta per volta tutti i trattamenti sanitari che il gatto riceve.

Quali sono i vaccini obbligatori per il gatto? 

I vaccini obbligatori per il gatto sono tre: la ‘trivalente’.

Si tratta di tre vaccinazioni per le patologie più diffuse tra i felini, ovvero contro:

  • l’herpes virus (rinotracheite),
  • il calicivirus (calicivirosi)
  • la panlecopenia (gastroenterite virale).

Oggigiorno quasi a tutti i gattini viene somministrato la trivalente, per favorire soprattutto l’immunità di gregge.

Quali vaccinazioni non sono obbligatorie?

Un padrone più premuroso sentirà la necessità di far somministrare altre vaccinazioni che in realtà non sono obbligatorie per legge, ma servono a prevenire altre patologie, molte volte anche letali:

  • FeLv
  • Leucemia felina
  • Clamidiosi
  • PIF, peritonite infettiva: per questa potrai vedere pareri discordanti riguardo la somministrazione in quanto i reali benefici del vaccino non sono ancora ben chiari.
  • Anti rabbia: è una vaccinazione obbligatoria solo in Sardegna e per tutti i gatti che devono affrontare un viaggio in Europa o in altri continenti.

Per concludere vi forniamo un calendario tipo delle vaccinazioni che deve seguire il gatto:

  • 1 mese: bisogna fare una antiparassitaria prima che il gatto venga vaccinato.
  • 2 mesi: test della leucemia e della immunodeficienza. Prima dose della trivalente.
  • 2,5 mesi: prima dose della vaccinazione contro la leucemia felina.
  • 3 mesi: rifare la vaccinazione trivalente.
  • 3,5 mesi: rifare la vaccinazione contro la leucemia.
  • 4 mesi: primo vaccino contro la rabbia.
  • Annualmente: bisogna rifare le vaccinazioni sopraelencate per mantenere attivi gli effetti che con il tempo si perdono.

Siccome ogni anno cambiano i piani sanitari e le vaccinazioni, rivolgiti al tuo veterinario per accertare quali sono quelle obbligatorie e quali quelle consigliate per i gatti.